Come trovarci?

LIETUVOS RESPUBLIKOS AMBASADA ITALIJOS RESPUBLIKOJE, MALTOS RESPUBLIKAI, SAN MARINO RESPUBLIKAI IR LIBIJAI, NUOLATINĖ ATSTOVYBĖ PRIE JUNGTINIŲ TAUTŲ MAISTO IR ŽEMĖS ŪKIO ORGANIZACIJOS

Indirizzo: Viale di Villa Grazioli 9, 00198 Rome, ITALY

Di più »

Tel. +39 06 855 90 52
Fax +39 06 855 90 53
E-mail

FAQ - domande più frequenti

Creato il 2014.09.08 / Revisione 2015.02.19 13:42
  • Vado in Lituania. Mi serve il visto d'ingresso?
    La lista dei paesi e territori i cui cittadini sono esenti dall'obbligo del visto per l'ingresso nella Lituania, si può trovare qui.
  • Voglio sposarsi in Italia. Quali documenti mi servono? Che aiuto posso chiedere all’ambasciata?
    Per quanto riguarda i documenti del matrimonio, l’informazione viene fornita dall’istituzione presso la quale viene registrato l’atto.

    Alcuni comuni richiedono il rilascio del certificato di Nulla Osta al matrimonio. Questo documento si può ottenere sia all’Ambasciata della Repubblica di Lituania sia agli Uffici Anagrafi in Lituania (in questo caso il certificato va tradotto in italiano e convalidato con apostille). Per sapere quali documenti servono per ottenere il certificato di Nulla Osta al matrimonio, clicca qui (in lituano).

    L’Ambasciata può aiutartVi eseguendo queste funzioni:
    - Rilasciare il certificato di Nulla Osta al matrimonio, se il comune lo richiede. 
    - Autorizzare il Vostro certificato di nascita in con il timbro consolare, riservato per autorizzazioni.
    - Rilasciare il nuovo certificato di nascita o il certificato di nascita secondo la Convenzione di Vienna del 1976 (tramite l'Ufficio anagrafe di Vilnius)

    Dopo il matrimonio, si deve trascrivere l’atto di matrimonio in Lituania. Più informazione si trova qui (in lituano).

    Vi ricordiamo che dovete anche trascrivere in Lituania le nascite di bambini, nati e registrati all’estero. Più informazione si trova qui (in lituano).
  • Come si formano i cognomi lituani?
    La legge* e gli atti normativi** della Repubblica di Lituania insieme alle regole della grammatica lituana*** prevedono che il cognome del figlio o figlia si formi secondo il suo sesso (II.33.1) e in base al cognome dei suoi genitori (II.33.1). Per di più, queste regolazioni stabiliscono che il suffisso del cognome della persona è diverso secondo il suo stato civile, mentre la radice del cognome rimane sempre stabile.

    Il cognome maschile viene costituito dal cognome di uno dei genitori (padre o madre) con uno dei suffissi: -aitis, -as, -us, -ys, oppure -a (per esempio, Cvirka, Glemža) od (per esempio, Kaladė, Lapė).

    Il cognome femminile viene costituito dal cognome di uno dei genitori (padre o madre) con uno dei suffissi: ‑aitė, -ytė, -utė, -(i)ūtė oppure (per esempio: Budinas – Budinaitė, Šimkus – Šimkutė, Lebedys – Lebedytė, Sutkus – Sutkutė, Rasimavičius – Rasimavičiūtė, Talmantas – Talmantė  etc.)

    Il cognome della donna sposata viene costituito dal cognome del marito con uno dei suffissi: -ienė, -(i)uvienė oppure   (per esempio: Budinas – Budinienė, Šimkus – Šimkuvienė, Lebedys – Lebedienė, Sutkus – Sutkuvienė, Rasimavičius – Rasimavičienė, Talmantas – Talmantė etc.).

    Per esempio, nella famiglia di JONAITIS, ci sono tre cognomi diversi, formati dalla stessa radice: JONAITIS, JONAITIENĖ e JONAITYTĖ. Il cognome del Sig. JONAITIS, secondo le regole della grammatica lituana, ha il suffisso -as. Inoltre, il suffisso –ienė della Sig.ra JONAITIENĖ indica il matrimonio con il Sig. JONAITIS. Per di più, il suffisso –ytė della Sig.ra JONAITYTĖ indica che la Sig.ra JONAITYTĖ è la figlia del Sig. JONAITIS e la Sig.ra JONAITIENĖ. Il figlio del Sig. JONAITIS e della Sig.ra JONAITIENĖ sarebbe, secondo le regolazioni suindicate, JONAITIS. Quindi, si può dedurre dagli esempi forniti che la radice inalterabile del cognome della famiglia JONAITIS è JONAIT-.

    *Regole per la registrazione civile del 19-05-2006
    **VLKK, 2003-06-26, N. N-2 (87), Žin. 2003, Nr. 65-3009
    ***‘Lietuvių kalbos rašyba ir skyryba‘, red. N. Sližienė e A. Valeckienė, 2ed., Vilnius: Mokslas, 1992
  • Dobbiamo verificare la validità della patente di guida lituana per sostituirla con la patente di guida italiana equivalente. Come si può fare?
    Secondo la direttiva della Commissione europea del 29 luglio 1991 per quanto riguarda le patenti di guida (91/439/EEB; art.8.5 e art.12.3), l'Ufficio di Motorizzazione civile ha il diritto di verificare la validità della patente di guida, rilasciata dal paese che appartiene all’Unione europea, rivolgendosi alle istituzioni competenti. L’istituzione competente in Lituania è l’azienda statale “Regitra“, che amministra tutti i dati, riguardanti le patenti di guida e i proprietari dei veicoli. Per i dati necessari sulla patente di guida o sui proprietari dei veicoli si invita a rivolgersi direttamente all’agenzia statale “Regitra“ come è previsto nella normativa comunitaria.

    State enterprise “Regitra”:
    Liepkalnio g. 97,
    LT-02121 Vilnius, Lituania
    Tel. +370 5 266 0421,
    Fax +370 5 266 0423,
    Email: [email protected]
    Sito web: www.regitra.lt
  • Si deve trasportare la salma in Lituania. Quali documenti devo fornire al posto consolare per ottenere il permesso?
    Per ottenere il permesso per il trasporto dei defunti, al posto consolare vanno forniti i seguenti documenti:
    - Certificato di morte, rilasciato dall’istituzione competente del paese in cui la persona è morta.
    - L’eventuale documento che prova l’identità della persona morta.
    - Certificato dal medico che spiega le ragioni della morte.
    - Certificato dall’istituzione responsabile del trattamento della salma, che garantisce il trasporto della salma in doppia cassa.
    - Eventuale certificato, rilasciato secondo la procedura prevista nel paese in cui la persona è morta, che afferma l’assenza di qualsiasi altra materiale tranne la salma dentro la cassa.
  • C'è esista procedura di cremazione di deceduti cittadini lituani?
    Si. Ai sensi della normativa della Repubblica di Lituania vigente in materia della cremazione delle salme, è previsto che l’autorizzazione alla cremazione può essere espressa dalla persona stessa nel testamento od altro documento. In tal caso tale volontà può essere realizzata da familiari stretti maggiorenni (coniugi, figli, genitori, sorelle, fratelli, nonni, nipoti) oppure in assenza di essi da un parente. Nel caso in cui una persona ancora in vita non ha espresso la volontà di essere cremata e in assenza della esplicita volontà contraria alla cremazione, la richiesta e l’autorizzazione alla cremazione può essere presentata dai familiari prossimi maggiorenni (coniugi, figli, genitori, sorelle, fratelli, nonni, nipoti). Tuttavia, la cremazione è proibita nel caso in cui vengono presentate obiezioni scritte da uno dei familiari in conflitto con la volontà di un altro familiare prossimo.
  • Si richiede il Nulla Osta per il rimpatrio delle ceneri di cittadini lituani, deceduti all'estero?
    No. Ai sensi della normativa della Repubblica di Lituania in materia della cremazione, non occorre il Nulla Osta per il rimpatrio delle ceneri della salma cremata di cittadini lituani, deceduti all’estero.

Sottoscrizione newsletter